Matto come un Cappellaio

Il Cappellaio Matto è un personaggio inventato da Lewis Carroll apparso per la prima volta nel 1865 in Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie.
Il personaggio nasce dall'antico detto inglese "Essere matti come un cappellaio" che derivava dall'usanza di utilizzare il mercurio nella lavorazione dei cappelli*, sostanza che aveva effetti rovinosi sulla salute mentale degli artigiani cappellai; per un bambino inglese dell'epoca vedere un Cappellaio Matto in un racconto sarebbe stato un po' come per un bambino italiano vederci La vispa Teresa o l'Arcivescovo di Costantinopoli!
La leggenda vuole inoltre che Carroll si sia ispirato a tale Theophilius Carter, estroso inventore di orologi bizzarri, che usava portare un cilindro in testa.L'etichetta 10/6 che porta sul cappello sembra voglia indicare il prezzo del cappello stesso (10 scellini e 6 pence) [tratto da wikipedia]

*I cappellai inglesi utilizzavano perconciare le pelli una soluzione dinitrato di mercurio, i cui vapori, inalati,portavano ad un avvelenamento da mercurio che si manifestava con tremori, insonnia, instabilità emotiva,allucinazioni e demenza.

Veniamo al nostro enigma :

Il cappellaio Matto, mentre si versa una tazza di tè, dice ad Alice: Io ho pensato a un numero compresotra 1 e 3. Tu ora devi scoprire di quale numero si tratta, avendo la possibilità di pormi un'unica domanda,alla quale io potrò rispondere soltanto "Sì", "No" o "non lo so", senza dover svolgere alcuna operazione aritmetica.

In allegato il nono capitolo di matti enigmi.